Articolo scritto da Lucia Dal Pasqua del blog http://thefashionpolitan.com/

Dicevano che i leggings non li dovevamo indossare nemmeno per sbaglio, o meglio, non come veri e propri pantaloni, ma solo ed esclusivamente con una maglia lunga o felpa che coprisse il lato B.
Avevamo una certezza. Bene, cancellate tutto quello che avevate imparato, perché la moda ha deciso di cambiare un po’ le regole e di fare qualche concessione in più a riguardo.
Forse “per colpa” del running o dello spuntare di corsi di yoga a destra e a manca, forse per il dilagare dello sport come lifestyle, i leggins fanno ormai parte della vita di tutti i giorni, sia fuori che dentro la palestra.

Nuova vita per i leggings, nuovo modo di indossarli?

“Nì”. Se il pantalone in questione è tutt’altro che consistente – ovvero assomiglia più ad una calzamaglia che ad un pantalone – vale appunto la regola che ci hanno sempre recitato: da abbinare sempre e comunque con una maglia che finisca sotto il sedere.
Adesso i leggings hanno preso sempre più la foggia di calzoni, ovvero sono contenitivi, non mostrano i segni delle mutandine sul lato B, hanno spesso una banda alta in vita e non cedono, quindi si possono portare con qualsiasi indumento sopra.
Avete capito bene.

Dunque, se il confine tra sport e vita quotidiana non c’è più, i pantaloni elasticizzati della corsetta mattutina vanno bene anche per il pomeriggio in centro con le amiche e sono tremendamente cool, oltre che comodi.

Non è più necessario sdrammatizzare un capo per renderlo più casual e meno sportivo, perché si può uscire per un caffè tranquillamente con un paio di leggings, felpa corta (vanno di moda i crop-top) e scarpe da ginnastica, senza essere fuori luogo.

Sì al colore. Nonostante per i leggins il colore nero resista ancora, come ce lo propone Emme Marella, le tendenze si spostano su altri toni della tavolozza: blu elettrico, da abbinare a T-shirt bianche e slip-on, o addirittura via libera alle stampe tropicali, perfette con felpe con o senza cappuccio e sneakers total black. EA7 insegna.
Poi c’è Lacoste, che con dei semplicissimi pantaloni elasticizzati blu ed il solito coccodrillo in bella vista, convince tutte, o quasi, ad essere chic anche con un capo che in teoria sarebbe solo per l’attività fisica.

immagine_blog

Per chi se lo sta domando, vi dico subito che sì, le scritte sono tornate, grandi e fiere, sulle bande in vita e persino sulle gambe. Per le amanti del genere Liu Jo soddisferà tutti i vostri desideri.

Vi dico anche un’altra cosa: avete presente il tanto temuto bianco? Che ne abbiate paura o no, c’è: Guess e Max Mara lo dimostrano. Realisticamente parlando non è cosa da tutte, tuttavia le comuni mortali che come me non sono perfette, possono indossare i leggings bianchi con l’escamotage delle ultra chic camicie di lino lunghe o con i kimoni, il massimo della femminilità non urlata.

Guess

La vera tendenza di quest’anno è però il leggings con inserti trasparenti, a vita altissima come quello di Max Mara, e da indossare anche con scarpe non sportive, e di Twin Set, perfetto con T-shirt annodata in vita e sneakers in stile anni Novanta.

Max Mara

Da Vero Moda hanno proposto i pantaloni elasticizzati con le staffe, ce li ricordiamo tutte, ma con il dettaglio di stile che certamente la differenza: indossarli con decolleté e con le staffe sotto la suola. Misteriosamente ci piacciono.

Vero Moda
Anche la versione metallizzata e audace di Pinko presenta delle specie di staffe, o meglio dei buchi sui talloni. Come indossare questo modello? Bella domanda, dato che non credo nessuna di voi voglia pulire le strade con i propri pantaloni. Quindi: o con decolleté (vedi sopra) o con stivaletti, altrimenti per fare quelle maledettamente trendy al corso di yoga del sabato mattina.

Pinko

 

Leave A Comment

Your email address will not be published.

tre + tre =