Riepilogo

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

Come indossare capi oversize

di Pellizzari
Ho ancora ben presente il maxi punto interrogativo con il quale mi approcciavo da piccolina a capi di una taglia in più: da una parte la mamma mi prendeva maglioni e cappottini più grandi così mi sarebbero durati di più, dall’altra il fatto di farmi continuamente risvoltare maniche e pantaloni non mi piaceva per niente.
Ero la “bambina risvoltino”.
Fino a quando arrivò il periodo dell’adolescenza quando cominciai ad indossare solo felpe giganti e pantaloni di anche due taglie più grandi rispetto alla mia.
Quindi con l’oversize ho avuto un rapporto di amore e odio per anni, fino ad arrivare a sconfiggerne l’odio e a far vincere l’amore, anche grazie ad una regolina base di stile che, evidentemente, prima non sapevo, ed è la seguente: se sopra indossi qualcosa di over, sotto devi avere qualcosa di attillato, e viceversa. Semplice.
 
Se si scelgono ad esempio dei jeans skinny, un maglione a collo alto oversize è l’abbinamento più chic e casual allo stesso tempo. Tra l’altro questo outfit di Vero Moda, che più guardo più mi viene voglia di comprarmi un maglione oversize, mi ricorda anche un look di Marilyn Monroe.

capi oversize
 
Tornando indietro agli anni Novanta, vi ricordate la moda del total denim? I jeans erano più aderenti, ma non fino in fondo e le giacche di jeans erano più morbide, quasi maschili.

Levi’s ha riproposto quasi pari pari uno dei look più gettonati di quegli anni, togliendo però la T-shirt da nerd o della Naj-Oleari discretamente ampia, per aggiungere una maglia aderente. Equilibrio!

​​​​​​​
 
Molly Bracken propone un outfit interessante: sia il maglione che i pantaloni sono molto morbidi, ma non oversize, quindi stanno bene insieme perché nessuno dei due capi è esagerato.


 
Concludo con i capispalla, per quelli over poi io ho un debole, mostrandovene due, a cominciare dal cappotto di Max Mara Studio, in pied-de-puole, che cade giù quasi “a rettangolo”, perfetto da abbinare a tubini o pantaloni a sigaretta, non svasati mi raccomando. Qui l’eleganza è anche comoda.



Il piumino proposto da Colmar è invece over, ma non troppo, per questo si può permettere d’essere abbinato a capi morbidi, sia maglioni che pantaloni. Magari anche a calzini, visto che in inverno non ci sono esattamente venticinque gradi (mi riferisco alla foto della campagna). 



​​​​​​​Articolo a cura di Lucia Del Pasqua
#colmar #mollybracken #veromoda #maxmarastudio #levi's